Mitrovica. Bomba a mano contro bambini

Due bambini serbi sono rimasti feriti dalle scheggie di un infame attacco con una bomba a mano  lanciata contro la loro casa nella città di Mitrovica.

Trento, 5 febbraio 2013 7:52 – (BeLoveRevolution) – Un bambino di tre anni e una bambina di nove, sono stati colpiti da schegge alla testa e schiena, in seguito a due esplosioni a danno di serbi residenti a Mitrovica. L’esplosione nel quartiere di Mahala, una delle ultime aree etnicamente miste della città a nord fiume Ibar; la polizia ha confermato il lancio di una bomba a mano.

La violenza etnica insomma sembra non placarsi nel Kosovo “indipendente” e da anni episodi come questi si ripetono sotto l’occhio, sembra spento, delle forze internazionali presenti, dell’Unione Europea e degli Stati Uniti, sponsor in assoluto più importante e determinante della nuova classe politica albanese del Kosovo, proveniente interamente dalle file del movimento terrorista UCK.

«Chiediamo alla comunità internazionale prendere posizione su quanto è successo e dire che si assumerà la responsabilità per stabilire la verità e punire i responsabili» ha dichiarato il capo del governo serbo per il Kosovo, Aleksandar Vulin.

La NATO ha ancora una forza di circa 6.000 soldati e l’UE gestisce una missione di polizia e giustizia …

Footer