Kosovo. La Kfor impedisce la libertà di movimento

Bologna, 16 giugno 2012 10:32 – (BeLoveRevolution) – Le truppe Kfor hanno allestito un nuovo check point a Leposavic così da poter controllare una delle principali alternative roads tra la regione e il resto della Serbia, quella tra Novi Pazar-Lesak.

Le strade alternative si sono rese necessarie per la sopravvivenza della minoranza serba da agosto 2011, quando con un atto di arroganza unilaterale il governo albanese della regione, guidato dall’ex terrorista Hashim Thaci, aveva inviato i reparti speciali Rosu a controllare le linee amministrative di Jarinie e Brnjak, provocando violenti scontri e l’erezione di numerose barricate lungo tutte le strade dell’area, unico mezzo di difesa per la popolazione serba.

Da giovedì quindi anche questo piccola finestra di normalità è stata chiusa e personale polacco della Kfor, schierato con cinque veicoli, controlla il passaggio.

Leave a Reply

Footer