Aiuti umanitari in Kosovo con l’associazione Love (Trentino, 11 giugno 2012)

 

IL PROGETTO «ACCENDIAMO LA SPERANZA»

RIVA Continua il progetto «Accendiamo la Speranza». L’associazione Love , fondata dal rivano Fabio Franceschini, è tornata recentemente da uno dei tanti viaggi umanitari effettuati in Kosovo. La mission sociale procede bene, tanto che il sodalizio ha dovuto affittare un magazzino – in Friuli – dove tenere i materiali raccolti per le popolazioni più bisognose.Nell’ultimo viaggio sono state stoccate circa due tonnellate tra medicinali, antibiotici, materiale ospedaliero e cateteri. Per allentare le tensioni etniche tra albanesi e serbi e promuovere la convivenza, Love ha organizzato un torneo di basket a Mitrovika, con una decina di squadre partecipanti. Dice Franceschini: «Sicuramente tramite lo sport possiamo far passare un messaggio positivo, di cooperazione, lealtà, gioco di squadra. In campo non conta la tua etnia, ma la voglia di divertirsi e stare insieme». Nell’ultimo viaggio solidale, oltre a parecchi vestiti, è stata portata un’ambulanza donata dalla Croce Verde di Domodossola. Il prossimo obiettivo è portare un ecodoppler all’ospedale di Silovo, ma è una spesa non indifferente, circa 13mila euro. Love è stata da poco inserita nell’albo dell’associazionismo della Provincia e attualmente conta un centinaio di soci, molti davvero giovani. «E’ piacevole – conclude Franceschini – vedere questi ragazzi rinunciare alla classica vacanza al mare per dare una mano, contribuire a un progetto umanitario, spendendo tempo e denaro per il bene altrui». Chi volesse sostenere Love o avere maggiori informazioni sulle sue attività solidali può chiamare il 335-7022607, oppure sul sito hyperlink http://beloverevolution.org o alla pagina facebook «accendiamo la speranza». (d.t.)   Trentino, 11 giugno 2012

Leave a Reply

Footer