Kosovo. Guerriglia made in Kfor a Mitrovica

Sei serbi in ospedale, di cui uno in gravi condizioni, a seguito dell’ennesimo tentativo NATO di rimuovere le barricate a Rudare e Zveca. Prossimo obiettivo, si vocifera, il ponte. FOTO e VIDEO

Kfor: azioni di peacekeeping in Kosmet

Sacile, 1° giugno 2012 18:42 – (BeLoveRevolution) – La Kfor ha iniziato stamane a Mitrovica una vasta operazione di rimozione delle barricate serbe di protesta che si è trasformata in scontri violenti con i manifestanti infuriati nel nord del Kosovo. Almeno sei i dimostranti feriti negli scontri.

Il confronto era stato in qualche modo preannunciato nei giorni scorsi da strani movimenti di elicotteri NATO sulla città che hanno provocato disturbo al segnale GSM dei cellulari. Stamane le truppe Kfor hanno iniziato a istituire posti di blocco lungo le strade e rimuovere le barricate di Rudare e Zvecan, dove la NATO, a guida Usa, ha bloccato un ponte con veicoli blindati e filo spinato.

Centinaia di manifestanti hanno iniziato a protestare lanciando pietre e le truppe hanno risposto sparando proiettili prima di gomma e poi veri e gas lacrimogeni. «KFOR non permetterà che la situazione degeneri e utilizzerà un livello proporzionale della forza necessaria per mantenere un ambiente sicuro e protetto» ha affermato il portavoce della NATO, il colonnello Uwe Nowitzky. «KFOR ha iniziato la rimozione dei blocchi stradali al fine di migliorare la libertà di movimento per le truppe e i cittadini».

Durante i blocchi stradali anche la barricata di Dudino, un ponte ricoperto di materiale, è stata completamente rimossa e i serbi, per impedire il passaggio dei famigerati Rosu albanesi, hanno alzato un’altra barricata a Sud della città.

Il sindaco di Zvecan, Dragisa Milovic, ha dichiarato all’agenzia di stampa Reuters che la KFOR ha rifiutato il passaggio di un’ambulanza in aiuto ai feriti e che il comandante KFOR sul posto gli ha riferito di avere “l’autorità di usare la forza letale contro chi getta un sasso o utilizza un’arma”.

L’intera area è bloccata e circondata da filo spinato mentre gli elicotteri continuano a sorvolare a bassa quota lanciando “esche a infrarossi” per evitare il lancio di razzi da terra.

Il neopresidente della Serbia Tomislav Nikolic ha indetto una riunione di emergenza sugli incidenti scontri.

[Su youtube: video – servizio Russia Today]

 

 

 

Leave a Reply

Footer