Kosmet. Traffico d’organi: arrestato un israeliano

Harel Moshe nella foto segnaletica dell'Interpol

Sacile, 27 maggio 2012 10:34 – (BeLoveRevolution) – E’ stato arrestato nei giorni scorsi Moshe Harel, uno dei principali imputati nell’inchiesta sul traffico di organi umani in Kosovo. Una tradizione infame che esiste nella regione almeno dal 1999 e, per quanto riguarda il periodo bellico, denunciata dal procuratore svizzero Dick Marty.

Harel era già stato arrestato a Pristina nel 2008 ma riuscì a fuggire …

Harel è accusato di avere architettato un traffico di organi umani con base a Pristina, presso la clinica privata Medicurs, insieme a lui è alla barra degli imputati anche Yusuf Sonmez, un chirurgo turco soprannominato “Dr. Frankestein” e presunto autore materiale degli espianti clandestini.

Le indagini partirono nel 2008 dopo un controllo all’aeroporto di Istanbul di un passeggero in cattivo stato di salute proveniente da Pristina. Alla visita dell’uomo si scoprì una cicatrice fresca malcurata all’altezza del rene. Sembra che almeno 30 siano stati i reni espiantati e rivenduti, al prezzo di 100.000€, soprattutto in Israele.




Leave a Reply

Footer