Serbia: elezioni il 6 maggio. E il Kosovo?

Montebelluna, 15 marzo 2012 8:34 – (BeLoveRevolution) – Il 6 maggio si voterà in Serbia per le elezioni legislative, municipali e per le regionali in Voivodina, al confine con l’Ungheria.

Dopo il via libera di Bruxelles allo status di paese candidato, il nuovo governo dovrà guidare la Serbia nel prosieguo del cammino europeo, la cui prossima tappa è l’avvio del negoziato di adesione alla Ue.

Quello che rimane non chiaro è se il 6 maggio si votera’ anche in Kosovo, per Belgrado e la maggioranza dei Paesi ONU ancora una provincia della Serbia. «Noi siamo obbligati a osservare la risoluzione 1244 del consiglio di sicurezza dell’Onu e la costituzione serba. Ci aspettiamo che il governo creerà una commissione statale che, in collaborazione con Unmik, discuta tutte le questioni per tenere le elezioni in Kosovo», ha detto il capo del parlamento serbo Djukic-Dejanovic.

Le elezioni in Kosovo costituiscono tuttavia una situazione ad alta tensione. L’Ambasciatore USA in Kosovo ha diffidato la Serbia dal tenerle anche in Kosovo e Metochia e non è per niente chiaro quale sarà la posizione delle forze internazionali presenti nella regione e di Eulex, entrambi presenti con la risoluzione 1244.

Per il resto gli elettori chiamati alle urne saranno poco piu’ di sette milioni (compresi quelli del Kosovo). Il confronto principale avverrà fra lo schieramento riformista e filoeuropeista guidato dal presidente Tadic, con quello conservatore e piu’ nazionalista del leader dell’opposizione Tomislav Nikolic. Gli ultimi sondaggi danno il Partito del progresso serbo (Sns) di Nikolic in leggero vantaggio sul Partito democratico (Ds) del presidente.

 

 

 

Leave a Reply

Footer