A tavola per i bimbi serbi in Kosovo (Messaggero Veneto, 23 novembre 2011)

Cena di beneficenza giovedì 1 dicembre al Pnbox di Torre In regia i volontari dell’onlus Love reduci da una missione


2011 11 23 - Messaggero Veneto - insieme per il Kosovodi Manuela Boschian

Avviata quest’estate pure a Pordenone con raccolta e consegna di aiuti, prosegue giovedì 1° dicembre con la cena di beneficenza al Pnbox di Torre. Stiamo parlando di “Accendiamo la speranza”, progetto di solidarietà internazionale datato 2009 per aiutare le minoranze serbe di Kosovo e Metochia, colpite e ancora oggi vittime della guerra del 1999. Il progetto, a cui aderiscono sodalizi, enti e privati, è coordinato da Love onlus e, con mezzi limitati, ma con passione, intende migliorare la vita nelle enclavi (zone riservate a minoranze, in questo caso a Osojane e Silovo), fornendo beni di prima necessità, materiale medico, attrezzi per l’agricoltura, automezzi. La lungimiranza sta poi nel voler rendere autosufficienti le famiglie delle enclavi attraverso progetti agricoli. Grazie ad un gruppo di volonterosi, ora vi si lavora pure da Pordenone. Ad agosto, durante le ferie, “attivisti” sono partiti per Osojane e Silovo, consegnando quanto donato dai pordenonesi. «Su viaggio e accoglienza, in particolare dei bambini – riferiscono i volontari di LOVE – potremmo scrivere pagine. Ma ora è il momento di dire “grazie”. In particolare, al gruppo sportivo Condor di Azzano Decimo, nella persona di Renato Favaretto, che ha donato materiale sportivo ai bambini serbi di Osojane. Grazie al sodalizio Barbara di Udine, nella persona di Renato Ferruglio, che ha donato farmaci e medicamenti. E grazie ai tanti privati che hanno contribuito come hanno potuto, ma soprattutto ci hanno dato prova che, se gli aiuti sono mirati e consegnati di persona, la gente ci crede e partecipa». Ora si punta sulla cena di beneficenza, giovedì 1° dicembre al Pnbox, in via Vittorio Veneto 23 a Torre di Pordenone. La partecipazione è libera, la beneficenza è inclusa nei 29 euro che costa la cena. Bisogna però prenotare entro martedì 29 novembre al 347-2656235, o 340-1069117, o 335-7022607. Per informarsi sul progetto, invece, c’è il sito beloverevolution.org.

Messaggero Veneto, mercoledì 23 novembre 2011

Leave a Reply

Footer