Manifestazioni a Mitrovica

Mitrovica (foto Accendiamo la Speranza)

Circa duecento pesone che sono impiegate nel sistema sanitario serbo a Kosovska Mitrovica hanno preso parte al corteo di protesta, perché le autorità di Pristina hanno annunciato che occuperanno le istituzioni serbe nel nord del Kosovo. Con i glacson spiegati e i manifesti su cui scriveva „Noi non siamo istituzioni parallele“ e „Kosovo è Serbia“, gli impiegati si sono radunati vicino al ponte principale sul fiume Ibar, il quale divide la parte meridionale di Kosovska Mitrovica da quella settentrionale. Il direttore del policlinico serbo Milan Jakovljevic ha detto che le istituzioni del sistema sanitario della Serbia nel nord del Kosovo non sono parallele, ma bensì le uniche istituzioni legittime in quella rrgione che prestano aiuto a tutte le persone a prescindere dalla loro nazionalità. Noi siamo parte dello stato serbo e vogliamo restarlo. Vogliamo avere la libertà di movimento, la protezione e le nostre istituzioni. Ogni tentativo dell’abolizione delle istituzioni serbe nel nord del Kosovo rappresenta il tentativo che il popolo serbo sia cacciato, ha dichiarato Jakovlevic. Alle manifestazioni di protesta hanno partecipato anche i serbi che lavorano negli ospadali a Zvecan, Leposavic e Zubin Potok.

Leave a Reply

Footer